Vi siete chieste se le modelle e le star del cinema conoscono dei segreti per perdere peso che a noi comuni mortali sono negati?

Gli studi dimostrano che la capacità di perdere peso è difficile per la maggior parte di noi, soprattutto con l’età. La maggior parte delle donne sopra i 35 anni ha sperimentato la frustrazione di un metabolismo lento. Anche voi?

Sappiamo che stare a dieta può essere estenuante. La necessità di una disciplina costante, la limitazione delle opzioni alimentari e la sensazione di deprivazione possono uccidere la motivazione. È comprensibile desiderare una soluzione rapida con una pillola o un piano dietetico che promette risultati in una notte. In realtà, la sfida con la perdita di peso a lungo termine è molto più profonda.

⚙️ Un punto fondamentale che manca nei discorsi che noi medici o professionisti del settore facciamo con voi sulla perdita di peso è la connessione tra il cervello e il corpo. Quando non riusciamo ad affrontare il modo in cui il nostro cervello influenza il nostro corpo, programmiamo un sicuro fallimento, perché il cervello influenza non solo il nostro obiettivo di riferimento del peso, ma anche il nostro umore, l’energia e la motivazione per avere successo.

Ci scordiamo che, non di rado, mangiare è una compensazione, un premio, uno sfogo: tutti motivi che non dovrebbero avere nulla a che fare col cibo, ma che, spesso, troppo spesso, ne sono collegati.

😱 Ammettiamolo, perdere peso è di solito un’esperienza terribile. Dopo aver fatto progressi, dopo aver visto i primi cambiamenti positivi del corpo e felici perchè cominciamo ad entrare nei pantaloni che ci erano costati un rene, zac: il peso resta fermo lì.

❓Perché succede questo? Cosa dobbiamo fare per superare questa “frenata”?

🎯 Oggi vi spiego cosa potete fare quando arriva l’inevitabile plateau.

 

 

L’insulina è il custode del vostro metabolismo

A nessuna di noi piace sentirsi affamata, stanca, fiacca o senza energie.  In genere, questi sintomi si manifestano quando l’insulina nel nostro corpo non funziona bene.  Il nostro sistema diventa sbilanciato dallo stress, da una dieta scorretta e da uno stile di vita sempre di corsa.

 

L’insulina è l’ormone che regola la glicemia ed influisce sul nostro umore, sui pensieri, sulle prestazioni e sull’accumulo di grassi.  La perdita di peso è molto più facile se bilanciamo l’insulina. L’insulina è la custode del nostro metabolismo. Quando l’insulina è bilanciata e funziona correttamente, vedrai che riuscirai a perdere peso. Come fare per bilanciarla? Semplice: taglia i carboidrati e muoviti!!!

Te lo facciamo vedere ogni settimana come fare!

 

 

Rigenerare la tiroide

Questa minuscola ghiandola gioca un ruolo cruciale in molte funzioni ormonali nel cervello e nel corpo.  In particolare il T3, che è l’ormone tiroideo attivo è una delle chiavi per aiutarci a perdere o aumentare di peso. Il T3 viene convertito dall’ormone T4 e per farlo il nostro corpo ha bisogno dei giusti nutrienti , sennò la tiroide rallenta e anche la nostra perdita di peso.

Se mangiamo zucchero, cibi spazzatura (anche tutte quelle schifezze con cui vi siete rimpinzate in questi giorni come biscotti, panettone, tortine, desserts vari……..), o abbiamo una tiroidite, la produzione di ormoni tiroidei rallenta.

Cosa fare? Ma è semplice: diamo alla tiroide le giuste sostanze nutritive; selenio, zinco, vitamina D, magnesio, inositolo. Via le schifezze dalla nostra tavola e vedrete che la tiroide sarà in grado di riprendere la sua funzione  positiva per il nostro metabolismo.

 

REGOLARE IL CORTISOLO CONTROLLANDO LO STRESS

Sappiamo bene che lo stress provoca l’infiammazione, che causa una serie di problemi di salute.  Pensa a quando ti senti il viso un po’ gonfio, le articolazioni rigide o il cervello appannato. Questa è un’infiammazione. Crea scompiglio nel nostro cervello e nel nostro corpo.  Negli anni questa infiammazione cronica crea problemi a livello arterioso, sbilancia la composizione del nostro microbioma intestinale, influenza il nostro umore e col passare degli anni, ne risentiamo…….anche al girovita.

Cosa fare?

Importante è dormire: ma ne parleremo in u post dedicato. Poi abbiamo due integratori splendidi che ci possono aiutare a ridurre lo stress:  gli Omega-3 e la rodiola. Entrambi hanno il potere di ridurre lo stress sia mentalmente che nel nostro corpo. Credetemi: non esiste un farmaco in grado di farlo senza una triste lista di effetti collaterali.

 

Gli Omega-3 riducono l’infiammazione e migliorano la nostra salute cardiovascolare.  Questo riduce i tassi di malattie cardiache, demenza, artrite e depressione. Il corpo non può fare Omega-3 da solo, quindi dobbiamo assumerli col cibo o con un integratore. Contribuiscono alla perdita di peso e migliorano la funzione cerebrale: ottimi per l’umore!

 

La rodiola regola il cortisolo, lo stress mentale e allevia il burnout.  È in grado di ridurre sia l’ansia che la fiacchezza. Inoltre, è un’erba “adattogena” che aiuta il vostro corpo per aiutare qualsiasi ormone carente.

 

 

LA VITAMINA D

La vitamina D svolge un ruolo vitale nella regolazione ormonale. Bassi livelli contribuiscono a rallentare la funzione tiroidea e altri disturbi ormonali.  Aiuta l’assorbimento del calcio e dei minerali che rafforzano il nostro sistema immunitario e sostengono la salute di ossa e denti.

 

La vitamina D è anche la chiave per mantenere una connessione armoniosa tra corpo e cervello.  La maggior parte delle vitamine e delle sostanze nutritive non possono essere assorbite dal nostro organismo senza la contemporanea presenza di altri importanti micronutrienti.  Tutto si interconnette tra il nostro cervello e il corpo; nessuna cellula opera in modo isolato.

 

La vitamina D ci aiuta anche raggiungere il nostro peso, sostenendo la tiroide nella produzione ormonale.

Come può  la vitamina D favorire la perdita di peso?

 

Quando i livelli di vitamina D nel sangue sono bassi, può essere più difficile dimagrire.

 

Questo perché il grasso corporeo in eccesso assorbe la vitamina D, impedendogli di entrare nel flusso sanguigno per essere utilizzato dal corpo.

 

Questa carenza interferisce anche direttamente con l’azione dell’ormone leptina, che è responsabile di comunicare al vostro cervello che siete sazi. La conseguenza è che si mangia troppo.

 

Un recente studio australiano ha dimostrato che le persone che hanno mangiato una colazione ad alto contenuto di D e calcio, hanno ridotto il loro appetito per le prossime 24 ore.

 

La carenza di vitamina D è anche legata alla resistenza all’insulina, che porta alla fame e all’eccessivo introito di cibo.

 

 

SONNO ADEGUATO

Conoscete già l’importanza del sonno per la vostra salute. Ma sapevate che il sonno regola oltre 600 geni? Tra questi vi sono i geni della perdita di peso (come i geni CLOCK) e i geni che predicono il rischio di Alzheimer (APOE4). Ottimale è dormire 7-8 per notte per perdere peso, perché se avete una variante del gene clock il risultato può essere una aumento dei vostri livelli di grelina, un ormone che vi fa venire fame.

Dormire poco e/o male ha conseguenza dirette sulla perdita di peso. Perché? Perché avrete meno leptina che blocca la fame e più grelina che ve la stimola, avrete voglia di cibi dolci e continuerete a mangiare (devastanti per il vostro girovita ma anche per ipertensione, diabete, malattie cardiovascolari!). La carenza di sonno porta inoltre ad un aumento di stress con la secrezione di ormoni (cortisolo) che rallentano il metabolismo.

E pi: lo sapevate che durante le ore di sonno bruciate molte calorie? Quindi, se dormite poche ore per notte, ne bruciate meno oltre e squilibrare tutto il resto!

Quindi per ottenere tutti i benefici di salute e bellezza con una notte di sonno ristoratore, dormite al buio, stanza fresca, NO apparecchi elettronici (TV, cellulari, tablets) o fonti di onde elettromagnetiche nella stanza, casomai occhiali blueblocker la sera per evitare la luce blu con i suoi effetti devastanti sul blocco della produzione di melatonina, l’ormone con il più potente effetto antiossidante!

0 Condivisioni