Definizione di ovulazione: È il momento in cui un ovulo esce dal follicolo dell’ovaio e inizia il lungo viaggio lungo la tuba di Faloppio fino alla cavità uterina dove può essere fecondato per formare un nuovo embrione. L’ovulazione provoca un’elevata produzione di progesterone da parte del corpo luteo nell’ovaio. I cicli mestruali sono regolari.

 

Definizione di Anovulazione: L’ovulo non esce fuori e non c’è produzione di progesterone. I cicli sono irregolari o assenti.

A volte vi sono pazienti con cicli anovulatori. Una volta affrontata la causa, il tutto, di solito, si risolve di solito entro 3-4 mesi. Le cause più comuni di anovulazione includono:

 Soia, perché è anti-estrogeno e può bloccare l’ovulazione in alcune donne. Se hai SHBG alto è segno di assunzione elevata di fitoestrogeni.

 La malattia tiroidea, perché le ovaie hanno bisogno dell’ormone tiroideo T3. Un ipotiroidismo rende difficoltosa l’ovulazione e peggiora l’insulinoresistenza.

 Deficit di vitamina D: le ovaie hanno bisogno di vitamina D: deficit di questa vitamina sono associati a cicli anovulatori.

 Deficit di zinco: essenziale per la funzionalità ovarica

 Prolattina elevata: alza DHEA.

 Dieta vegetariana, perché provoca carenza di zinco, e le ovaie hanno bisogno di zinco; può portare ad un’elevata assunzione di fitoestrogeni.

 Carenza di iodio, perché le ovaie hanno bisogno di iodio: un suo deficit può favorire l’insorgenza di cisti ovariche. Si prega di prestare attenzione con l’integrazione di iodio perché se assunto in eccesso in pazienti con tireopatia autoimmune, che spesso si accompagna alla PCOS, può danneggiare la tiroide.

 Dolcificanti artificiali, perché compromettono la trasmissione del segnale di insulina e leptina.

 Troppo pochi carboidrati adeguati nella vostra dieta, perché il vostro sistema ormonale ha bisogno di carboidrati adeguati.

0 Condivisioni