Potrà senz’altro stupirvi apprendere che la crescita eccessiva della candida è molto comune e può causare numerosi problemi di salute, come disturbi del tratto digerente digestivi, stanchezza, sensazione di confusione, ansia, depressione, dolori articolari, problemi della pelle, e può anche causare condizioni croniche come l’ autoimmunità.

Ma cosa è la Candida? La Candida è un tipo di fungo che vive in bocca e nell’ intestino per aiutarti a digerire e assorbire il cibo. La flora microbica intestinale “buona” e il sistema immunitario di solito sono in grado di tenere la Candida sotto controllo. Ma a volte l’ equilibrio è disturbato e il fungo inizia a moltiplicarsi rapidamente, colonizzando l’ intestino, danneggiandone il rivestimento ovvero le cellule della mucosa intestinale, penetrando in tal modo nel sangue per arrecare danno praticamente in tutto il corpo.

Diversi fattori contribuiscono alla crescita eccessiva della candida, tra cui l’alimentazione e numerosi farmaci assunti, ma anche lo stress gioca un ruolo preponderante ed è un fattore spesso trascurato.

Ecco come lo stress può influenzare sia il vostro sistema immunitario che il vostro sistema digestivo, favorendo così un sovrapopolamento di Candida.

Come lo stress può distruggere il sistema immunitario e la digestione

Quando si sperimenta un qualsiasi tipo di stress, fisico, mentale o emotivo, le ghiandole surrenali lavorano a ritmo massimo, Rilasciando una cascata di ormoni dello stress, tra cui il principale è il cortisolo. Il cortisolo è altamente infiammatorio ed ha il compito di attivare il sistema immunitario in modo che l’organismo sia in grado di reagire prontamente a una ferita o una lesione: questo è il tipo di stress che abbiamo affrontato nella nostra evoluzione.

Ma, dopo questo iniziale stimolo del sistema immunitario, il cortisolo lo sopprime: il nostro corpo sa che un elevato livello di infiammazione per un periodo prolungato non è sostenibile: porta ad un sovraffaticamento del sistema immunitario e può portare a malattie autoimmuni. Per compensare il picco infiammatorio iniziale , il cortisolo riduce la potenza del sistema immunitario al 40-70 % rispetto allo stato normale, sopprimendo così il sistema immunitario.

Una seconda conseguenza dello stress è l’arresto temporaneo delle funzioni digestive: questo è in effetti ciò che abbiamo fatto per millenni, ovvero per fuggire da un predatore vogliamo che tutto il flusso sanguigno si concentri negli arti per fuggire e nel cervello per pensare rapidamente, e quindi che non venga sprecato nell’intestino.

Ma torniamo alla Candida. In condizioni fisiologiche il nostro organismo controlla senza problemi la Candida, il nostro sistema immunitario e la nostra flora intestinale entrambi sani, lavorano attivamente per evitare che la Candida si moltiplichi troppo rapidamente. Ma, se il sistema immunitario viene soppresso e l’apparato digerente è inibito nelle sue funzioni, la Candida si moltiplica senza controllo, sfuggendo così al controllo del sistema immunitario e dei batteri buoni.

Dove sta il problema? Sta nello stress cronico che ci affligge, ahimè, più o meno tutti: siamo sempre di corsa, lavoro, casa, figli, genitori anziani, ……Cosa fare? La chiave per prevenire le malattie correlate allo stress è gestire il modo in cui si risponde allo stress.

Il nostro corpo è molto meglio attrezzato per affrontare lo stress a breve termine piuttosto che lo stress cronico, quindi è importante imparare a lasciarci dietro eventi stressanti piuttosto che portarceli sempre con noi.

Come? Qui qualche esempio:

  • Fare una gita in montagna
  • Fare un bagno rilassante con sali da bagno fatti in casa o olii essenziali, magari alla lavanda
  • Movimento lieve, come lo yoga, il pilates leggero o una lunga passeggiata
  • Chiudere gli occhi e concentrarsi sulla respirazione profonda
  • Meditare in un posto tranquillo liberi da distrazioni e interruzioni.

Mentre la gestione dello stress è importante per tenere la Candida sotto controllo, il trattamento efficace della crescita eccessiva comporta l’ eliminazione del lievito, il ripristino dei batteri “amici” che di solito la tengono sotto controllo, e, soprattutto, la guarigione dell’ intestino in modo che la candida non riesca più a penetrare nel flusso sanguigno. Importante è un’alimentazione atta a risolvere un’aumentata permeabilità intestinale.

Share This