Dedico questo post a tutte le 40 e 50enni che sono alla ricerca di una sorta di chiarezza sulla terapia ormonale sostitutiva (TOS).

Volete sapere se la terapia ormonale sostitutiva è sicura e quale tipo scegliere? E volete sapere se il trattamento ormonale è effettivamente in grado di aiutare con i disturbi del sonno e cambiamenti di umore e sbalzi di umore estremi che vi affliggono, e che pensavate di non provare ancora per qualche anno?

La perimenopausa è il periodo che va da 2 a 12 anni prima della menopausa e può essere la fase caratterizzata dai sintomi più intensi e disturbanti.

Ecco cosa dovete sapere.

AVRETE BISOGNO IN PRIMIS DI PROGESTERONE, PRIMA DI AVERE BISOGNO DI ESTROGENI

I primi sintomi della perimenopausa (mestruazioni molto forti, quasi emorragiche, insonnia e ansia) sono il risultato della perdita di progesterone, non di estrogeni. In genere si verificano mentre stiamo ancora avendo il ciclo mestruale, ma stanno seguendo il naturale percorso verso cicli anovulatori, piuttosto che cicli reali.

👉 Ciclo anovulatorio: Un ciclo anovulatorio è un ciclo in cui l’ovulazione non si è verificata e il progesterone non è stato prodotto.

Perdiamo progesterone durante la perimenopausa, ma possiamo avere fino a tre volte più estrogeni di prima.

Valori di estrogeno elevati e fluttuanti contribuiscono all’insorgere di sintomi come ansia, emicrania e sensibilità all’ istamina o attivazione delle mastcellule. (Sintomi che a volte sono descritto come “dominanza estrogenica”).

L’assunzione di estrogeni durante la perimenopausa non è consigliabile, e constato che viene purtroppo molto spesso prescritto come primo approccio a questi disturbi. Il progesterone è indubbiamente un’opzione migliore.

IL PROGESTERONE DA SOLO E’ IN GRADO DI ALLEVIARE NOTEVOLEMENTE I SINTOMI E DI ALLEGGERIRE LA MESTRUAZIONE

Il progesterone micronizzato o progesterone “bioidentico” può alleviare i sintomi dell’umore e del sonno nella perimenopausa, tra cui ansia, insonnia, vampate di calore e ridotta capacità ad affrontare lo stress. Il progesterone calma il cervello e il sistema nervoso trasformandosi nel neurosteroide allopregnanolone che agisce sui recettori GABA.

Il vantaggio di prendere il progesterone da solo (senza estrogeni) è che è più sicuro in termini di rischio di cancro al seno e può essere interrotto in qualsiasi momento senza innescare vampate di calore. (interruzione improvvisa degli estrogeni può causare il ritorno di vampate di calore, per cui gli estrogeni devono essere sospesi gradatamente).

Le capsule di progesterone micronizzato da ingerire sono disponibili solo su prescrizione medica e sono disponibili come capsule fatte come preparato galenico da farmacie specializzate (vedi la nostra Farmacia San Carlo di Ferrara) oppure di marca Prometrium o Progeffik. Poiche io progesterone assunto per bocca è altamente sedativo, vi consiglio di assumerlo al momento di coricarvi.

Il progesterone può anche rendere i cicli più leggeri ed è una buona alternativa ai farmaci progestinici come la pillola e la IUD ormonale.

👉 Progestinici: preparati sintetici chimicamente non identici al progesterone nostro.

OCCHIO!!!!! PROGESTERONE E PROGESTINICI non sono la setssa cosa!!!!

La grande differenza tra progesterone e progestinici è che il progesterone è positivamente utile per l’umore, capelli, ossa e cuore, e può aiutare a prevenire il cancro al seno. I progestinici, d’altra parte, sono solitamente deleteri per l’umore e possono causare la perdita di capelli e aumentare il rischio di cancro al seno.

👉 Effetti metabolici del progesterone: Il progesterone stimola il tasso metabolico in modo da aiutare a prevenire l’aumento di peso in menopausa.

 

POTRESTI AVERE BISOGNO DI ESTROGENI SE….

I sintomi successivi della perimenopausa (vampate di calore, secchezza vaginale, aumento di peso e depressione) sono il risultato della diminuzione degli estrogeni ed in genere coincidono con la scomparsa del ciclo mestruale.

In questa fase, un pò di estrogeno può essere utile per il sollievo dei sintomi, ma solo in combinazione con il progesterone!

Il mio consiglio è di iniziare con il progesterone; vi ricordo che progesterone e estrogeno si stimolano i recettori a vicenda, quindi non è raro risolvere i sintomi con la sola somminisrazione di progesterone. Se però il progesterone non è sufficiente ad alleviare tutti i sintomi, allora orientatevi verso un estradiolo bioidentico transdermico a basso dosaggio.

👉 OCCHIO: Hai sempre bisogno di progesterone, anche se non hai più l’utero. Perché? Perché il progesterone bioidentico fa bene all’umore e può aiutare a proteggere il seno. Ti ricordo che i recettori per il progesterone ci sono anche nel cervello

 

SICUREZZA DEGLI ORMONI

La sicurezza degli estrogeni è ancora in discussione. Il Dr Avrum Bluming ha addotto argomenti forti per la sicurezza degli estrogeni nel suo libro, Estrogen Matters. Ma poi lo studio Lancet 2019 ha riacceso le preoccupazioni con la sua stima che la combinazione convenzionale di TOS ovvero estrogeno più progestinico (occhio è il progesterone sintetico!) è la causa di circa il 5% dei tumori al seno. L’estrogeno da solo è stato trovato essere un po più sicuro, il che suggerisce che una grande parte del problema è il progestinico. Lo studio, purtroppo, non ha fornito alcuna statistica sulla sicurezza dell’uso del progesterone micronizzato da solo.

🖐 Qui ci sono alcune cose da tenere a mente:

— Il nuovo studio di Lancet afferma chiaramente che gli estrogeni vaginali sono sicuri.

— Molte fonti, tra cui l’organizzazione australiana Jean Hailes, considerano l’estradiolo bioidentico transdermico più sicuro sia in termini di malattie cardiache che di rischio di cancro al seno. L’estrogeno transdermico bypassa il fegato e quindi non si converte nei metaboliti nocivi.

— Il professor Eden del Women’s Health & Research Institute of Australia dice che il progesterone micronizzato è più sicuro di un progestinico.

— L’estrogeno è più sicuro quando è iniziato all’inizio della menopausa (quando i cicli si interrompono) piuttosto che più tardi nella vita.

0 Condivisioni