FOTOBIOMODULAZIONE

COS’È LA TERAPIA CON LA LUCE ROSSA E LA TERAPIA CON LUCE INFRAROSSA O FOTOBIOMODULAZIONE?

La luce rossa e infrarossa fa parte dello spettro elettromagnetico e, più specificamente, dello spettro della luce emessa dal sole (e anche della luce del fuoco). Queste lunghezze d’onda della luce sono “bioattive” nell’uomo. Ciò significa che questi tipi di luce influenzano letteralmente la funzione delle nostre cellule.

Ma cos’è lo spettro elettromagnetico e lo spettro di luce?

Le onde elettromagnetiche vanno da 0,0001 nanometri (i raggi gamma e i raggi X sono onde molto piccole) fino a più di centimetri e metri (radar e onde radio); se si fa passare la luce bianca (come la luce solare) attraverso un prisma, questo separerà i diversi colori in base alla loro lunghezza d’onda. Questo è anche il modo in cui otteniamo gli arcobaleni.

Una piccola parte di questo spettro – da circa 400nm a 700nm – è visibile all’occhio umano.

All’estremità più alta dello spettro di luce visibile si trova la luce rossa, che va da poco più di 600 nm a circa 700 nm. Al di sopra dello spettro della luce visibile c’è la luce infrarossa, che va da circa 700nm a poco più di 1.100nm.

Sono proprio le lunghezze d’onda rossa e infrarossa che hanno questi effetti sorprendenti sul nostro corpo. (È interessante notare che, anche all’interno di questo intervallo, non tutte le lunghezze d’onda rossa e infrarossa sembrano essere create uguali. In particolare, la maggior parte delle ricerche che mostrano i benefici della luce rossa e della luce del vicino infrarosso hanno utilizzato lunghezze d’onda nelle strette gamme di 630-680nm e 800-880nm.).

Mentre la maggior parte delle altre lunghezze d’onda della luce (come la luce UV, blu, verde, verde e gialla, ecc.) sono per lo più incapaci di penetrare nel corpo e rimanere negli strati della pelle, la luce infrarossa e la luce rossa sono in grado di penetrare in profondità nel corpo umano (per diversi centimetri, fino a 5 cm addirittura in alcuni casi) e sono in grado di penetrare direttamente nelle cellule, tessuti, sangue, nervi, cervello e nelle ossa.

Una volta entrati nei tessuti più profondi, la luce rossa e quella quasi-infrarossa  hanno incredibili effetti curativi sulle cellule, dove sono in grado di stimolare la produzione di energia, modulare l’infiammazione, alleviare il dolore, aiutare le cellule a rigenerarsi più velocemente e molto altro ancora.

I mitocondri sono la POTENZA delle nostre cellule! È da dove proviene l’energia e dove ossidiamo il grasso! È possibile aumentare i mitocondri con un intenso allenamento resistivo per aumentare la forza muscolare e la corsa su lunghe distanze. Ma per quelli di voi che non possono praticare un esercizio fisico così faticoso, la fotobiomodulazione è eccezionale! La luce rossa crea un effetto biochimico nelle nostre cellule che serve ad aumentare la funzione mitocondriale. Questo migliora la produzione di ATP (adenosina trifosfato = energia) nel corpo! La terapia con luce rossa “nutre” le cellule aumentando l’energia attraverso l’ottimizzazione della struttura e meccanica delle molecole proteiche appartenenti ai complessi della catena di trasporto del energia nella membrana interna dei mitocondri.

Terapia ad infrarossi = più ATP = più energia!

La fotobiomodulazione non è un concetto nuovo; nel 1903 Niels Finsen vinse il Premio Nobel per la Medicina quando usava la luce rossa per curare il lupus e il vaiolo! In Russia, usano la terapia a luce rossa nelle loro cure mediche standard. La FDA ha approvato la terapia a luce rossa per rughe, perdita di capelli, acne, dolori articolari, funzioni immunitarie e lenta guarigione delle ferite.

Benefici della fotobiomodulazione

  1. Riduce le rughe e stimola la sintesi di collagene nella pelle.

La terapia con luce rossa penetra diversi strati della pelle per stimolare l’attività cellulare e aumentare l’afflusso di sangue sulla superficie cutanea. L’aumento del flusso sanguigno nell’area significa più nutrienti e ossigeno per nutrire le cellule cutanee. Quando la luce rossa penetra attraverso gli strati epidermici e dermici della pelle, migliora la circolazione e stimola la formazione di nuovi capillari. Aumenta anche la produzione di collagene e fibroblasti. La FBM migliora naturalmente i livelli di collagene, innescando il corpo a produrne di più. È significativo perché il collagene costituisce oltre il 70% delle proteine della nostra pelle.

Avere più collagene non elimina le rughe, ma le riduce e aiuta anche in caso di dolori articolari!

Eccovi lo studio a supporto dell’effetto della FBM sulle rughe:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3926176/

 

  1. La FBM aiuta a guarire i danni alla tiroide

Ci sono numerosi studi affascinanti che mostrano i benefici della FBM per la salute della tiroide.

Uno studio del 2013 ha riportato un miglioramento globale della salute della tiroide grazie alla FBM. Numerosi partecipanti allo studio sono stati in grado di ridurre o eliminare i farmaci tiroidei. Il 47% dei partecipanti non aveva più bisogno di farmaci per i 9 mesi di osservazione dopo lo studio con terapia con FBM. Quasi incredibile!

Un altro studio del 2003 in pazienti tireopatici in terapia con FBM ha ridotto la necessità di farmaci fino al 75%!

Inoltre, uno studio del 2010 ha scoperto che la FBM ha aiutato il 17% dei partecipanti a rinunciare completamente ai farmaci e un altro 38% dei partecipanti a ridurre il dosaggio dei farmaci per la tiroide.

 

  1. Aiuta la pelle in molti modi: acne, rosacea, psoriasi, lesioni da Herpes

La FBM ha dimostrato di attenuare le smagliature e le cicatrici e di uniformare il tono della pelle!

Aiuta a ridurre l’eczema, la rosacea e l’acne aumentando la produzione di ATP e collagene.

La luce rossa contribuisce a ridurre l’infiammazione causata dall’acne. Le luci rosse e a infrarossi penetrano la pelle a diversi livelli e alimentano le cellule per riparare la pelle dall’interno. Ripara i tessuti cutanei che l’acne ha distrutto. Questo porta ad una guarigione più veloce dell’acne e previene ulteriori danni ai tessuti che possono portare a cicatrici da acne.

Aiuta anche a riparare la pelle dai danni causati dal sole!

Stimola la guarigione di ferite a lenta guarigione, come le ulcere del piede diabetico.

Riduce le lesioni psoriasiche.

La FBM stimola i fibroblasti, che aiutano la guarigione delle ferite e aumentano la circolazione con un tempo di riparazione più veloce. Vengono accelerati i tempi di recupero per amputazioni, innesti cutanei e ustioni. E ‘stata utilizzato con successo per i danni alla pelle causati da trattamenti contro il cancro, compresi quelli in bocca e nelle mucose.

In uno studio del 2014, gli scienziati hanno scoperto che la FBM aiuta significativamente la guarigione delle mucose con conseguente influsso positivo sulla colite.

La FBM è stata utilizzata anche per guarire le afte periorali e i dentisti hanno la usano per guarire le afte del cavo orale.

Interessante studio sull’utilizzo della FBM in svariate lesioni cutanee:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4126803/

 

  1. La FBM attiva il sistema linfatico per una maggiore capacità di disintossicazione.

La FBM stimola l’attività del sistema linfatico e la fagocitosi, il processo di guarigione cellulare. Migliora anche l’ATP e la circolazione che aiuta ad aumentare la guarigione durante i periodi di malattia.

 

  1. La FBM stimola la crescita di nuovi capelli.

Qui di seguito un grande studio sulla FBM e l’alopecia:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28513251

Qui di seguito un altro studio sulla FBM e l’aumento della crescita dei capelli:

https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/dsu.12200

 

  1. Aiuta a ridurre il dolore nei pazienti con malattia di Lyme e la sindrome del tunnel carpale

Eccovi uno studio sull’impiego della FBM nella sindrome del tunnel carpale:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28629992.

 

      8. Riduce il grasso localizzato

Eccellente studio sull’impiego della FOTOBIOMODULAZINE nel grasso localizzato

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20393809

 

E.Emmerich

A.Whitten

 

 

 

0 Condivisioni