LA FOTOBIOMODULAZIONE. Cos’è?

da | Ott 31, 2020 | Fotobiomodulazione

Cos’è la terapia a luci rosse?

La terapia a luce rossa, nota anche come Laserterapia a basso livello e fotobiomodulazione, è una tecnica terapeutica che utilizza lunghezze d’onda di luce rossa e quasi infrarossa per trattare problemi della pelle, come rughe, cicatrici e ferite persistenti, così come altre condizioni come dolori articolari, tendinei e muscolari e molte altre.

All’inizio degli anni ’90, la luce rossa è stata utilizzata dagli scienziati per aiutare la crescita delle piante nello spazio. Gli scienziati hanno scoperto che la luce intensa dei diodi emettitori di luce rossa (LED) aiutava a promuovere la crescita e la fotosintesi delle cellule vegetali.

La luce rossa è stata poi studiata per la sua potenziale applicazione in medicina, più specificamente per scoprire se la luce rossa può aumentare l’energia all’interno delle cellule umane. I ricercatori hanno scoperto che si trattava di un modo efficace per trattare l’atrofia muscolare, la lenta guarigione delle ferite e i problemi di densità ossea causati dall’assenza di peso durante i viaggi nello spazio.

Come funziona la terapia a luce rossa?

La luce rossa produce un effetto biochimico nelle cellule che rafforza i mitocondri. I mitocondri sono la centrale elettrica della cellula – è dove si crea l’energia della cellula. La molecola che trasporta l’energia che si trova nelle cellule di tutti gli esseri viventi si chiama ATP (adenosina trifosfato).

Aumentando la funzione dei mitocondri con la terapia a luce rossa, una cellula può fare più ATP. Con più energia, le cellule possono funzionare in modo più efficiente, rigenerarsi e riparare i danni.

Come si usa la terapia a luci rosse?

Fin dai primi esperimenti nello spazio, ci sono stati centinaia di studi clinici e migliaia di studi di laboratorio condotti per determinare quali altri benefici medici potrebbero derivare dalla terapia a luci rosse.

Quali sono i benefici della terapia a luce rossa?

Al momento, ci sono molte evidenze che suggeriscono che la terapia a luci rosse abbia i seguenti benefici:

– promuove la guarigione delle ferite e la riparazione dei tessuti

– migliora la crescita dei capelli nelle persone con alopecia androgenetica

– benefica per il trattamento a breve termine della sindrome del tunnel carpale

– stimola la guarigione di ferite a lenta guarigione, come le ulcere del piede diabetico

– sollievo a breve termine dal dolore e dalla rigidità mattutina nelle persone affette da artrite reumatoide

– riduce alcuni degli effetti collaterali dei trattamenti oncologici, tra cui la mucosite orale

– migliora la carnagione della pelle e costruisce collagene per diminuire le rughe

– aiuta a riparare i danni causati dal sole

– previene l’herpes labiale ricorrente da infezioni da virus herpes simplex

– migliora la salute delle articolazioni nelle persone con osteoartrite degenerativa del ginocchio

– aiuta a diminuire le cicatrici, comprese quelle da acne

– allevia il dolore e l’infiammazione nelle persone con dolori ai tendini d’Achille e al gomito del tennista.

 

Quanto è sicura la terapia a luci rosse?

La terapia a luce rossa è considerata perfettamente sicura e indolore, non ci sono effetti collaterali noti.

Esiste tuttavia un potenziale rischio di danni agli occhi. Sebbene sia più sicuro per gli occhi rispetto ai laser tradizionali, si dovrebbe sempre utilizzare un’adeguata protezione per gli occhi durante la terapia a luce rossa, soprattutto quando si espone il viso a distanza ravvicinata.

 

Cosa fanno le diverse lunghezze d’onda?

LA LUNGHEZZA D’ONDA 850NM (LUCE QUASI INFRAROSSA)

La lunghezza d’onda di 850 nm tipica dello spettro quasi infrarosso o infrarosso A.

. In molti casi, la lunghezza d’onda di 850nm amplifica i vantaggi offerti dalle lunghezze d’onda di 810nm e 830nm.

Questa lunghezza d’onda ha una gamma di applicazioni terapeutiche come:

Benefici antinfiammatori:

Le lunghezze d’onda di 850nm possono aiutare a ridurre i dolori articolari e muscolari e a diminuire l’infiammazione generale del corpo.

Miglioramento del recupero muscolare:

Uno studio ha osservato l’uso di lunghezze d’onda di 850 nm sugli atleti e ha scoperto che l’uso della luce quasi infrarossa aumenta la massa muscolare dopo l’allenamento e diminuisce l’infiammazione e lo stress ossidativo nelle biopsie muscolari.

Guarigione delle ferite nella pelle:

Le lesioni della pelle guariscono più velocemente se esposte a una terapia con luce a 850 nm di lunghezza d’onda.

Riduzione di rughe e iperpigmentazione:

850nm può sostenere la produzione di collagene, rendendo la pelle più turgida, radiosa e di una consistenza più uniforme.

Ortodonzia e allineamento dei denti:

L’uso della lunghezza d’onda di 850 nm può favorire il rapido riallineamento dei denti per i pazienti sottoposti a ortodonzia.

 

LA LUNGHEZZA D’ONDA DI 830NM (LUCE QUASI INFRAROSSA)

La lunghezza d’onda di 830 nm non è così facilmente assorbita dal corpo, quindi è in grado di penetrare più in profondità attraverso la pelle e i tessuti e nell’osso. Una maggiore quantità di fotoni viene erogata nel tessuto con la lunghezza d’onda di 830nm.

L’incorporazione della lunghezza d’onda di 830nm offre i seguenti vantaggi:

Guarigione accelerata e infezione ridotta:

Come la lunghezza d’onda di 810nm, 830nm accelera la guarigione in ferite di diversa gravità e aiuta a prevenire le infezioni.

Migliori risultati estetici dopo la chirurgia plastica:

La rapida esposizione a lunghezze d’onda di 830nm dopo la chirurgia estetica accelera il recupero, riduce i tempi di inattività e migliora i risultati della chirurgia riducendo gonfiore, infezioni, ecchimosi e dolore, portando così ad una maggiore soddisfazione del paziente.

Aumento delle endorfine del benessere:

Le lunghezze d’onda di 830 nm aumentano il rilascio di endorfine. Le endorfine sono peptidi che promuovono sensazioni di benessere e forniscono un analgesico naturale, innescando una sensazione simile alla morfina.

Migliora la riparazione e la crescita delle ossa:

Uno studio su animali ha dimostrato che la terapia con luce a 830 nm ha migliorato la riparazione ossea stimolando la crescita di nuove ossa.

Ritorno più celere alla pratica sportiva dopo un infortunio:

La capacità di tornare a praticare sport sia agonistico che amatoriale il più rapidamente possibile dopo un infortunio o un trauma è una preoccupazione fondamentale per qualsiasi atleta dilettante o professionista.

La terapia con luce a LED 830nm ha dimostrato di ridurre in modo significativo e sicuro il tempo di attesa prima che gli atleti infortunati possano tornare a giocare.

 

LA LUNGHEZZA D’ONDA 810NM (LUCE QUASI INFRAROSSA)

Con la capacità di estendersi attraverso il cranio fino al cervello, la lunghezza d’onda di 810 nm offre una serie unica di vantaggi neurologici. Molti scienziati lungimiranti sono convinti che la terapia della luce per i disturbi cerebrali diventerà un trattamento medico di primo piano nel prossimo futuro.

Eccovi i benefici dalla lunghezza d’onda 810nm:

Miglioramento della guarigione e del recupero:

Uno studio sui calciatori ha dimostrato che la lunghezza d’onda 810nm applicata prima dell’attività ha migliorato le prestazioni muscolari e il recupero post-esercizio.

Guarigione accelerata della ferita:

È stato dimostrato che la lunghezza d’onda 810nm aiuta ad accelerare la guarigione della ferita, aiutando il tessuto a granulare più rapidamente.

Migliore recupero dall’ictus in alcuni pazienti:

Uno studio condotto tra i pazienti con ictus ha dimostrato che le lunghezze d’onda di 810 nm hanno fornito benefici neuroprotettivi e hanno migliorato il recupero nei pazienti con ictus da moderato a grave. Cinque giorni dopo l’ictus c’è stato un miglioramento significativo in coloro che erano stati trattati con la terapia della luce a 810nm, rispetto a quelli che non l’avevano fatto. 90 giorni dopo l’ictus, il 70% dei pazienti trattati ha avuto un esito positivo, rispetto a solo il 51% del gruppo di controllo.

Miglioramento del recupero da lesioni cerebrali traumatiche:

810nm si è dimostrato essere particolarmente efficace in modelli animali nel favorire il recupero da lesioni cerebrali traumatiche e nel ridurre i danni neurologici a lungo termine.

Miglioramento dei disturbi psichiatrici:

I farmaci su prescrizione per patologie psichiatriche sono stati riconosciuti da tempo come aventi una limitata capacità di assistere le persone con patologie psichiatriche. Inoltre, gli psicofarmaci spesso causano una serie di effetti collaterali indesiderati, mentre la terapia con la luce quasi infrasossa non lo fa. Le lunghezze d’onda di 810 nm applicate alla fronte si sono rivelate di aiuto  ai pazienti con depressione e ansia maggiori.

Crescita dei capelli:

Gli studi hanno dimostrato che la lunghezza d’onda di 810nm può favorire una crescita significativa dei capelli in pazienti affetti da alopecia androgenetica.

 

LA LUNGHEZZA D’ONDA DI 660NM (LUCE ROSSA)

C’è un’abbondanza di letteratura che descrive i vantaggi offerti dalla lunghezza d’onda di 660 nm. Penetrando appena un po’ maggiormente della lunghezza d’onda 630nm, il 660nm raggiunge l’intero tessuto cutaneo dove promuove la guarigione e la rigenerazione.

Alcuni dei suoi diversi benefici includono:

Ridotto l’affaticamento da allenamento:

La lunghezza d’onda di 660nm unita alla lunghezza quasi infrarossa di 830nm ha dimostrato di ritardare lo sviluppo dell’affaticamento dei muscoli e di migliorare le prestazioni dei muscoli. (Atleti, prendete nota!).

Riduzione dell’infiammazione:

In uno studio che indaga gli effetti della terapia con la luce rossa sulla pleurite, si è visto che la lunghezza d’onda di 660nm induce un effetto antinfiammatorio.

Miglioramento della guarigione ossea:

La lunghezza d’onda di 660nm favorisce il riassorbimento e la formazione delle cellule ossee intorno al punto in cui è necessaria la riparazione, senza causare alcuna modifica nella struttura ossea.

Riduce il gonfiore in seguito di lesioni:

In uno studio, si è visto che la lunghezza d’onda di 660 nm è in grado di ridurre sia l’infiammazione che il gonfiore riducendo il numero di cellule infiammatorie che portano alla formazione di gonfiore.

Riduce il dolore neuropatico:

Uno studio che indaga il dolore del nervo sciatico nei ratti ha scoperto che la lunghezza d’onda di 660 nm ha contribuito in modo significativo a ridurre il dolore.

Guarigione più veloce delle ferite:

È stato dimostrato che la lunghezza d’onda di 660 nm aumenta la formazione di nuovi vasi sanguigni e migliora la deposizione di collagene per favorire la guarigione delle ferite.

 

LA LUNGHEZZA D’ONDA DI 630 NM (LUCE ROSSA)

La lunghezza d’onda di 630 nm è ideale per affrontare tutti i tipi di problemi della pelle. Le lunghezze d’onda a 630 nm penetrano nelle cellule della pelle e nelle ghiandole sebacee per ringiovanire il tono e la consistenza della pelle, levigando e uniformando la pigmentazione irregolare. Questa lunghezza d’onda contribuisce anche a ridurre la comparsa di linee sottili e rughe e può stimolare la ricrescita dei capelli.

La lunghezza d’onda di 630 nm offre i seguenti vantaggi:

Riduzione delle linee sottili e delle rughe:

In uno studio, la lunghezza d’onda a 630 nm è stata combinata con altri trattamenti di bellezza come il microago per creare un miglioramento statisticamente significativo del fotodanneggiamento, delle linee sottili e del rilassamento.

Un miglioramento nei disturbi della pelle come la psoriasi:

Uno studio ha dimostrato che l’uso della lunghezza d’onda di 630 nm usata in combinazione con il derivato dell’emoporfirina (HPD) ha contribuito a sradicare i sintomi associati alla psoriasi entro 17 giorni.

Ricrescita dei capelli:

La terapia a base di luce rossa contenente la lunghezza d’onda 630 nm ha dimostrato di essere un metodo sicuro ed efficace per stimolare la crescita dei capelli sia negli uomini che nelle donne. Uno studio ha ipotizzato che la luce stimolava le cellule staminali nel follicolo pilifero, incoraggiando il follicolo pilifero in una fase di anagen o di crescita.

Guarigione dei tumori superficiali della pelle:

È stato dimostrato che lunghezze d’onda di 630 nm aiutano nel trattamento dei tumori della pelle (non melanoma).

Il trattamento dell’acne:

La lunghezza d’onda di 630 nm ha dimostrato di ridurre l’infiammazione e la formazione di lesioni nuove.

 

Testo tratto da: Elvis Sinosic – proprietario della Kings Academy, capo della UFC Gyms Australia BJJ, analista e co-conduttore della UFC Fight Week – FoxSport.

Grazie a Kris Cross di EMR-TEK.COM

 

Letteratura
Elevating Testosterone – BIomedical Research

Improving Sperm Motility – NCBI

Training Recovery and Muscle Repair – NCBI

Exercise Performance – NCBI
Infrared Light Therapy in Alzheimer’s and Parkinson’s Disease – NCBI

Red Light and Nitric Oxide Production – Liebertpub
Hair Growth – NCBI
Hair Loss – NCBI

Skin Repair – NCBI

Skin Health – NCBI

Wound Healing – NCBI

Tissue Repair – Lieburtpub

Collection of Red Light Studies – Google Docs

Articoli:

Elevating Testosterone – Science Daily 

Elevating Testosterone – Medium

What is Read Light Therapy – Medical News

Regrow Thinning Hair – Medium 

Complete Review of Red Light Therapy – The Energy Blueprint

IL PRODOTTO CHE UTILIZZO: EMR-TEK

Scopri di più sulla Fotobiomodulazione, guarda l’intervista con il Dr. Riccardo Fabris

Categorie

Prodotti Consigliati

Amino Map EMR TEK Biogena Norsan CoccoMio
Condividi