The British Medical Journal: Vitamin D Supplementation to Prevent Acute Respiratory Tract Infections: Systematic Review and Meta-Analysis of Individual Participant Data

Da una pubblicazione (vedi sopra) emerge che la supplementazione con vitamina D  riduce il rischio di contrarre raffreddore o influenza del 12%.

La vitamina D, infatti, è importante per il sistema immunitario e per la salute dell’osso, specie per le popolazioni del nord (ma anche noi italiani siamo messi molto male in quanto a valori ematici di vitamina D).

Io non vaccino i miei pazienti per l’influenza, ma cerco di far prendere loro adeguate dosi di vitamina D. Per la maggior parte delle persone una dose adeguata è almeno di 2000 UI al giorno. I valori ematici sui 50 ng/ml sono ottimali. Nello studio i benefici si hanno assumendo vitamina D in particolare su base quotidiana, o al limite, su base settimanale.

 

Share This