Il suo gusto è particolarmente forte a causa della presenza di acidi grassi a corta catena.

La parte grassa del latte di capra si distingue per il più elevato contenuto in acidi grassi a catena corta come l’acido butirrico, caprico, caprilico che sono più digeribili rispetto al latte di vacca in quanto vengono assorbiti direttamente dalla mucosa intestinale e da lì trasportati al fegato senza la formazione di chilomicroni, composti lipoproteici che vengono scaricati nel sistema linfatico.

Le proteine del latte di capra sono simili a quelle del latte di vacca, ma contengono una maggiore quantità di taurina, nota per le sue proprietà energetiche e contengono meno caseina, che sappiamo essere spesso irritante per la parete intestinale. Il latte di capra contiene più calcio e fosforo.

OCCHIO: anche il latte di capra contiene lattosio, quindi, chi ha un’intolleranza al lattosio, ha problemi anche con questo latte!! In questo caso è consigliabile consumare prodotti derivati dal latte di capra come yogurt e formaggi, che sono praticamente privi di lattosio.

Il latte di capra stimola meno la produzione di muco rispetto al latte di vacca.

Share This