La sindrome della permeabilità intestinale è una condizione in rapida crescita che colpisce milioni di persone in maniera inconsapevole. Dal nome, si potrebbe pensare che la sindrome della permeabilità intestinale colpisca soltanto il sistema digestivo, ma in realtà può portare a molte altre problematiche di salute.

Secondo la ricerca, questa sindrome potrebbe essere la causa di molte allergie alimentari , stanchezza cronica, dolori articolari, malattie della tiroide, malattie autoimmuni e il metabolismo lento.

CHE COS’E’ LA SINDROME DI PERMEABILITA’ INTESTINALE?

Pensate al rivestimento del tratto digestivo come ad una rete con dei fori estremamente piccoli che permettono il passaggio solamente a sostanze specifiche. Il nostro rivestimento intestinale funziona da barriera per tenere fuori le particelle più grandi che possono danneggiare il sistema.

Quando qualcuno ha la sindrome della permeabilità intestinale (spesso definita come un aumento della permeabilità intestinale) la “rete” nel tratto digestivo viene danneggiata questo provoca “buchi” ancora più grandi nella nostra rete, quindi elementi che normalmente non riescono a passare, sono ora in grado di farlo.

Alcune delle cose che riescono ad attraversare la rete comprendono proteine come glutine, batteri cattivi , cibo non digerito in particelle e rifiuti tossici.

 

 

 

SINTOMI 

Questa sindrome porta ad un’ infiammazione sistemica e può causare diversi sintomi:

  • Gonfiore
  • Intolleranze alimentari
  • Condizioni tiroide
  • Stanchezza
  • Dolori articolari
  • Cefalee
  • Problematiche cutanee come psoriasi e acne ecc..
  • Problemi digestivi
  • Aumento di peso

Uno dei principali segnali che state sviluppando la leaky gut è un’intolleranza alimentare multipla, cioè a più alimenti contemporaneamente.

Se non viene curata può portare a problemi peggiori, quali infiammazioni croniche, non solo all’intestino ma in altre parti del corpo.

La Leaky gut causa anche malassorbimento di vitamine e minerali, quali ferro, CALCIO e zinco.

 

COSA CAUSA LA LEAKY GUT?

1) Delle proteine chiamate lectine e fitati si possono legare al rivestimento dell’apparato digestivo, irritarlo e causare danni. Queste proteine sono facilmente presenti in alcuni cereali, zucchero e prodotti lattiero-caseari.

I cereali tra cui il frumento, il riso, farro, kamut e soia, sono tra i più difficili da elaborare per l’intestino. Quelli che contengono glutine possono essere particolarmente irritanti.

Gli alimenti contenenti OGM (organismi geneticamente modificati quali MAIS, SOIA, COLZA) tendono a essere ad alto contenuto di lectine e possono irritare l’intestino.

Il comune latte vaccino contiene la caseina A1, che è un’altra proteina che può danneggiare l’intestino. Anche la pastorizzazione può distruggere gli enzimi che aiutano il corpo a digerire gli zuccheri del lattosio.

Generalmente lo zucchero alimenta la crescita del lievito e di altri batteri nocivi, che possono creare tossine che erodono lentamente le pareti intestinali.

2) Dieta povera di nutrienti / scorretta (es. troppi zuccheri, carboidrati raffinati), grassi polinsaturi industriali, acidi grassi trans

3) Stress cronico (stress acuto e/o cronico prolungato)

4) Tossine corporee eccessive (farmaci, antibiotici, FANS)

5) Disbiosi intestinale (disequilibrio di batteri intestinali).

 

COME CURARLA EFFICACEMENTE ?

  1. Rimuovere i cibi che causano la Leaky gut (es: grano, glutine, cibi elaborati, cibi spazzatura, fast food, zucchero bianco in eccesso, sciroppo di glucosio-fruttosio)
  2. Rimpiazzarli con cibi sani, curativi (verdura, frutta, carne, pesce, uova)
  3. Evitare troppi antibiotici, FANS, e pillole inutili
  4. Riparare con supplementi specifici
  5. Riequilibrare con probiotici
  6. Testare che nel vostro intestino non ci siano parassiti, batteri, funghi, e se, in caso positivo, curate l’infezione
  7. Ridurre lo stress
  8. Fare esercizio fisico regolare e leggero

 

MEDICINA ORTOMOLECOLARE:

ai miei pazienti preferisco fare un profilo ematobiochimico (esame del sangue completo), sul quale mi baso per formulare una terapia ortomolecolare completa.

  1. Vitamine (complesso B, C e D, K2)
  2. Probiotici AD ALTO DOSAGGIO
  3. Omega 3
  4. minerali (zinco, selenio, iodio, se cecessario ferro)
  5. antiossidanti (come la vitamina C e E, coenzima Q10)
  6. Curcuma
  7. L-Glutamina (aminoacido con effetto riparatore delle cellule del rivestimento intestinale).

 

Share This