Il 75% delle donne soffre di qualche disturbo prima della mestruazione, il 25% non  se ne accorge.

 

Quadro clinico:

I disturbi possono variare da una modesta ritenzione idrica, irritabilità, depressione, appetito per cibi dolci o salati, aumento di peso fino a 3 kg, gonfiore addominale importante; il 4-7% soffre addirittura di una sindrome psichiatrica, ovvero di una sindrome disforica, tipica della fase lutale tardiva (poco prima della mestruazione) con disturbi dell’umore molto marcati, con aggressività, depressione, alterazione del comportamento e addirittura della personalità (si può addirittura parlare di Mr Jekill e mister Hyde).

 

Le cause sono molteplici:

squilibrio ormonale di estrogeni e progesterone e in particolare le loro fluttuazioni che impattano sul neurotrasmettitore principale del benessere psichico che è la serotonina che subisce a sua volta delle fluttuazioni. Ne conseguono sintomi malessere con irritabilità, aggressività, depressione. Il gonfiore addominale si spiega col fatto che l’intestino è ricchissimo di recettori per la serotonina: una sregolazione della serotonina porta ad un’alterazione della funzionalità intestinale, con fermentazione anomale, secrezione di succhi anormale.

 

Cosa peggiora questo equilibrio neuro-ormonale?

Lo stress della vita quotidiana porta a dormire sempre meno per far fronte a tutti gli impegni che caratterizzano sempre più il nostro quotidiano: famiglia, figli, spesa, lavoro,……..specie il quotidiano delle donne in età non solo riproduttiva ma anche produttiva, ovvero nella fascia di età dai 30 ai 45 anni. Spesso queste donne dormono meno di 7 ore!  Dormire almeno 7 ore ristabilisce l’equilibrio neuroendocrino, permette un adeguato svolgimento delle funzioni riparative, garantisce la produzione di un ormone importantissimo, la melatonina, importante non solo per le sue dotti di antiossidante unico nelle suo genere, ma anche per la sua funzione di proteggere il nostro ciclo. Quindi se si dorme poco e male, le conseguenze sono una sregolazione di tutti gli equilibri summenzionati. Cerchiamo di dormire almeno 8 ore e organizzarci la vita per ridurre lo stress.  Dormire il pomeriggio non permette un recupero della carenza di sono durante la notte. Ricordate che se dormite poco la vostra libido va a farsi benedire, cosa tipica della fase premestruale, con forti ripercussioni sulla vita della coppia. Altro aspetto importante è il deterioramento delle capacità di apprendimento, cui consegue scarsa concentrazione e scarsa memoria: infatti è nel sonno con sogni che trasformiamo la memoria breve in memoria a lungo termine. Dormire poco abbassa tutte le nostre performance cerebrali: siamo meno creativi, meno concentrati.

L’ assenza di attività fisica è molto importante, in quanto riusciamo a gestire molto meglio lo stress, situazioni ed emozioni negativa, permettendo come un wash-out di ciò che ci fa male. L’attività motoria, meglio ancora se all’aperto, ci permette di scaricare le tensioni, l’iperproduzione di cortisolo con aumento dell’infiammazione, la sregolazione dei neurotrasmettitori come la serotonina con disturbi del ciclo.

 

Cosa fare?

Dormire meglio! Il riposo ristoratore è essenziale per tutti i motivi di cui sopra; si raccomanda di rispettare il fisiologico ritmo circadiano andando a dormire entro le 23.00 per fare almeno 7-8 ore di sonno se adulti o 9-10 se adolescenti o 12 se bambini, in una stanza buia, senza  rumori e, soprattutto, priva di apparecchi TV, smartphone, radiosveglia e quant’altro.

Alimentazione adeguata all’insegna del back to nature: cibi freschi, carni e pesci di provenienza adeguata, uova di galline felici, frutta e verdura di stagione e possibilmente dei paesi nostri, grassi sani (olio evo, strutto, burro, olio cocco, omega 3). NO PRODOTTI CONFEZIONATI ricchi di grassi pessimi e spesso con quantità di zuccheri assurde, di cui purtroppo, la maggior parte delle persone NON si rende conto!!

Abituiamoci a prenderci 10 minutI di ferie per noi tutti i giorni, in cui respiriamo profondamente ed andiamo con la mente ad immagini piacevoli e rilassanti. Lo si può imparare in ogni momento!

 

Terapia

Assumere almeno una settimana prima del ciclo:

MAGNESIO 600-900 mg: riduce la mastodinia (dolore al seno), gli edemi e i crampi addominali

VITAMINA E 400-800 IE: ottimo contro la mastodinia e antiossidante

VITAMINA B6 (P5P) 50-150 mg: migliora i sintomi di depressione , ittitabilità, edemi e mastodinia. Essenziale per la sintesi di serotonina (benessere) e dopamina. Alti livelli di estrogeno, come si hanno nella dominanza estrogenica dovuta anche all’assunzione della pillola svuotano i livelli di vitamina B6 nel fegato

OMEGA 3 500-1000 mg: antinfiammatorio tramite inibizione acido arachidonico

Ottimo l’agnocasto con la sua capacità di ridurre tutti i disturbi premestruali. Sono molte le evidenze scientifiche in tal senso.

 

0 Condivisioni