Spesso identifichiamo il testosterone con grandi uomini muscolosi, dalla voce profonda e forti pulsioni sessuali. Il testosterone è un ormone generalmente considerato importante per gli uomini, ma lo sapevate che è anche un ormone vitale per le donne affinché possano mantenere un’alta qualità di vita?

Infatti, il testosterone basso è abbastanza comune nelle donne, specialmente nelle mamme e nelle donne sopra i 30 anni. Purtroppo, i sintomi dovuti a basso livello di testosterone nelle donne sono spesso spacciati come parte dell’invecchiamento, ma non dovrebbe essere così! Non poche tra le mie pazienti sono state dal medico per sintomi dovuti a bassi livelli di testosterone. Ed i loro medici hanno imputato questi sintomi al naturale processo di invecchiamento. A non poche donne sono stati prescritti antidepressivi.

Sono senza parole!!!

Una giovane donna sana dovrebbe produrre circa 300 microg di testosterone al giorno.

Le ovaie ne producono la metà e il resto proviene dalle ghiandole surrenali.

Il testosterone ha molte funzioni, alcune delle quali includono influenzare le varie fasi della pubertà e la sfera sessuale.

 

Il ruolo e l’importanza del testosterone nelle donne

Il testosterone (T) viene sempre visto come l’ormone sessuale maschile. Tuttavia, le donne ne hanno bisogno anche loro per funzionare correttamente. Assolutamente.

Il T è importante per la salute sessuale. Stimola il desiderio, stimola la libido, aumenta l’eccitazione e aumenta la soddisfazione sessuale.

E’ noto come il testosterone stimola il desiderio, stimola la libido, aumenta l’eccitazione e aumenta la vostra soddisfazione sessuale.

E’ noto come ormone della personalità. Pertanto, può dare una sensazione di motivazione, assertività, un senso di potere e una sensazione di benessere.

Ha effetti anti-invecchiamento.

Supporta il corretto funzionamento cognitivo.

Mantiene il corpo sano. Può aiutare a trasformare i muscoli in grasso, mantenere la pelle elastica, aumentare la densità minerale ossea, e aiuta a promuovere uno stato d’animo positivo. Riduce il rischio di contrarre il morbo di Alzheimer, l’osteoporosi o la depressione.

BASSI VALORI DI TESTOSTERONE NELLA DONNA

All’età di 45 anni, ben il 90% delle donne soffre di testosterone (T) basso.

C’è un serio problema con le donne moderne. I nostri livelli ormonali stanno crollando!

Attualmente, il 90% delle donne nel mondo di età superiore ai 45 anni soffre di livelli di ormoni androgeni clinicamente bassi. Questa è una percentuale enorme!!!!!!!

Il calo maggiore si verifica durante i 20-40 anni.

Alcuni dei problemi di salute causati dalla bassa T includono:

  • Maggiore rischio di incontinenza
  • Perdita del ciclo mestruale e infertilità
  • Aumento di ansia, irritabilità e depressione
  • Obesità – specialmente aumento del grasso della pancia
  • Perdita di libido e capacità di raggiungere l’orgasmo
  • Cattiva qualità del sonno
  • Affaticamento e calo dei livelli di energia
  • Perdita di massa muscolare e ossea.

L’elenco dei sintomi qui sopra non è nemmeno completo! Qui di seguito alcuni segni e sintomi un pò più da vicino.

 

STANCHEZZA

Questo è uno dei disturbi più comunemente riferito dalle donne. La diminuzione dei livelli di testosterone può contribuire a farti sentire esausta. Può anche essere difficile dormire tutta la notte: il sonno interrotto è un altro sintomo comune nelle donne con squilibri di testosterone e/o estrogeni e progesterone. Un sano equilibrio ormonale è la chiave per ottenere un sonno costante e riposante.

AUMENTO DI PESO E DIFFICOLTA’ A DIMAGRIRE

Molte donne con testosterone basso hanno perdita di massa muscolare e progressivo aumento di peso. Per le donne, l’aumento di peso di mezza età è così comune che spesso viene accettato come una parte dell’invecchiamento.

OCCHIO: solo perché qualcosa è comune non significa che è normale.

Se, dal nulla, vi trovate incapaci di controllare il vostro peso o notate dei cambiamenti del tono muscolare e della densità ossea, potrebbero essere sintomi di basso testosterone.

SBALZI DI UMORE, DEPRESSIONE E ANSIA

Improvvisi attacchi di depressione, sbalzi d’umore inspiegabili o un tono dell’umore generalmente basso possono essere espressione di livelli bassi di testosterone o di un altro squilibrio ormonale.

Il testosterone svolge un ruolo importante nella regolazione dell’umore e bassi livelli di testosterone possono compromettere decisamente il vostro umore, autostima e fiducia.

Se stai pensando di prendere antidepressivi per questi sintomi pensa che squilibri di testosterone, estrogeni e progesterone sono la vera causa del vostro umore basso. Bassi livelli di testosterone possono essere la causa di gravi episodi depressivi, sbalzi d’umore imprevedibili, o di una sensazione generale di “colpa”, o semplicemente di sentirsi giù.

Prima di lasciare che il medico di base vi faccia una ricetta per un antidepressivo, indagate la vostra salute ormonale e cercate una soluzione più naturale e a lungo termine.

Oltre agli sbalzi d’umore, un basso livello di testosterone può scatenare ansia e attacchi di panico. I disturbi dell’umore si verificano perché il testosterone svolge un ruolo vitale nella regolazione della chimica cerebrale, e la sua mancanza può innescare sintomi correlati all’umore.

SCARSA LIBIDO

Proprio come negli uomini, il testosterone influenza l’eccitazione sessuale nelle donne.

Il T basso può influenzare la vita sessuale delle donne in diversi modi. In primo luogo, c’è un generale disinteresse per il sesso.

Come mogli e compagne, possiamo trovarci in conflitto perché amiamo veramente e siamo attratti dai nostri compagni, ma non abbiamo alcun desiderio di intimità. Questo impulso sessuale ridotto, accompagnato dall’insoddisfazione per il nostro aspetto fisico può davvero mettere un freno alle attività in camera da letto.

E, a peggiorare le cose, un altro sintomo di basso T è la secchezza vaginale, che causa rapporti sessuali dolorosi.

PERDITA DI CAPELLI E PELI

La perdita di capelli è uno dei sintomi più evidenti del basso livello di testosterone. E per le donne, può essere uno dei più devastanti.

Anche se la perdita di capelli da basso testosterone sarà più evidente in testa, la perdita di peli può verificarsi anche in altre aree del corpo.

Se si nota che ci si deve depilare le gambe e le ascelle meno frequentemente rispetto a prima, o se si nota che i peli hanno una crescita irregolare, tutto può essere sintomo di basso testosterone.

Il testosterone è uno dei principali ormoni che sostengono la produzione e il mantenimento di capelli sani.

Questo sintomo si manifesta più spesso come crescita irregolare dei capelli o addirittura come calvizie.

La perdita di capelli può anche essere dovuta ad una cattiva alimentazione, stress, un evento traumatico, una gravidanza o una disfunzione tiroidea, quindi è SEMPRE buona idea utilizzare un approccio olistico per bilanciare gli ormoni.

 

DENSITA’ OSSEA

Il testosterone gioca un ruolo fondamentale nel mantenere le ossa forti.

La carenza di testosterone nelle donne spesso aumenta il rischio di sviluppare l’osteoporosi, una condizione potenzialmente pericolosa che può portare a gravi fratture ossee e perdita di autosufficienza.

La frattura del collo del femore nelle donne anziane può portare ad una minore aspettativa di vita: si stima che la mortalità entro un anno dalla frattura del collo di femore sia del 25%.

 

Suggerimenti per aumentare il testosterone nella donna naturalmente:

Dormire abbastanza.

Questo è forse un modo molto semplice ma molto efficace per aumentare i livelli di testosterone nelle donne. Dormire almeno 7-8 ore di sonno ogni notte può aumentare i livelli ormonali e può essere molto positivo per la vostra salute in generale.

Mangiare a sufficienza proteine.

Carne rossa, bianca, pesce, uova, proteine vegetali sono un buon modo per aumentare il testosterone. Occhio però!!! Devi anche controllare il tuo peso.

Non abbiate paura dei grassi.

Grassi buoni, naturalmente. Cocco, Ghee, strutto, olio di oliva ……sono una buona fonte di grassi sani. Infatti, la produzione di testosterone ha bisogno di almeno il 20% – 30% di grassi sani.

Occhio con l’alcool.

L’alcol può disturbare i processi naturali degli ormoni, influenzando così negativamente i livelli di testosterone. Limitarsi a una sola bottiglia o a un bicchiere di vino rosso ogni giorno.

Fate sesso almeno una volta alla settimana.

Questo può mantenere adeguati livelli di testosterone naturale ed è un bene anche per il vostro rapporto.

Esercizio fisico.

Brevi esercizi intensivi e allenamento di forza sono noti per aumentare i livelli ormonali. Non preoccuparti del peso alto e abbassa il tuo numero di ripetizioni.

Non dimenticare le vitamine e i minerali.

Oltre alle proteine, anche la vitamina C, lo zinco, il magnesio e la vitamina B6 sono utili per la produzione di testosterone. Inoltre per la produzione di testosterone vi consiglio:

  • Zinco e vitamina A sono probabilmente i nutrienti più potenti per stimolare ovaie e surrenali a secernere più testosterone.
  • Vitamina E e vitamina B possono incrementare gli effetti del testosterone sulle aree genitali della donna.
  • La carnitina sembra mimare alcuni degli effetti del testosterone, come l’aumento di energia e di massa muscolare, senza influenzare però il livello di testosterone.
  • La vitamina D è importante per la sintesi del testosterone. Occhio ai tuoi livelli: portali sopra 50 ng/ml.
  • Lo zenzero sembra sia un modo sicuro per aumentare i livelli di T.
  • Lo zincocome la vitamina D gioca un ruolo cruciale nell’alzare i livelli di testosterone.
  • La ashwaganda , nota anche come Withania somnifera, è una pianta adattogena molto usata nella medicina ayurvedica. Adattogena significa che aiuta il tuo organismo ad affrontare situazioni di stress ed ansia. Si è visto che incrementa i livelli di testosterone.
  • Il DHEA, un ormone androgeno naturalmente presente nel nostro organismo. In molti studi è emerso che incrementa la concentrazione di testosterone.

Interessante studio sugli integratori per testosterone. Emerge che molti li acquistano in Amazon, senza discernere l’utilità dall’inutilità, anche per la carenza di dati validi in merito:

(https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30770069)

 

TERAPIA CON TESTOSTERONE NELLA DONNA

Non consiglio alle donne di supplementare il testosterone giusto per prenderlo!!!!

Bisogna valutare ogni paziente in base ai loro sintomi e ai risultati di laboratorio.

Quindi diventa davvero importante capire quali sono i livelli “normali” di testosterone.

Non scordiamo che quando si integra il testosterone nella donna stiamo parlando di dosi MOLTO più piccole di quelle necessarie per l’uomo.

Prima di supplementare è necessario misurare i livelli di testosterone nel sangue: testosterone libero e testosterone totale: entrambi dovrebbero essere oltre la metà dei valori di riferimento.

 

Come prendere il testosterone

Ci sono molti modi per assumere il T, ma la via principale è indubbiamente quella intramuscolare/sottocutanea o per via transdermica.
Quando si integra un qualsiasi ormone è sempre meglio cercare di emulare ciò che il corpo di una donna avrebbe fatto normalmente quando era più giovane.
Il T lo trovate come
  • Lozenges, capsule: per assunzione per bocca e da succhiare nel cavo orale (lozenges).
  • Creme di testosterone/gel/liquidi/cerotti – In queste preparazioni il testosterone è legato ad un vettore che si diffonde attraverso la pelle per l’assorbimento. I gel sono generalmente utilizzati per gli uomini, mentre le creme sono generalmente utilizzate per le donne. Alcune formulazioni consentono l’applicazione vaginale.
  • Iniezioni di testosterone (sottocutaneo o intramuscolare) – Le iniezioni possono essere settimanali e di solito contengono una quantità di testosterone che svanisce lentamente nel tempo (di solito giorni). Questa applicazione non consente il posizionamento vaginale.
  • Pellets: Si tratta di un dispositivo riempito con una quantità prestabilita di ormoni che possono essere inseriti chirurgicamente nel corpo per consentire un rilascio di ormoni per un certo periodo di tempo.
Il mio modo preferito per la terapia con T nella donna è attraverso applicazioni topiche/transdermiche che permettono anche il posizionamento vaginale per ottenere quella spinta extra di libido e applicazioni cutanee ad es di una crema liposomiale da applicare su zone prive di peli, come l’interno braccia, le spalle….

TESTOSTERONE E MALATTIE AUTOIMMUNI: una curiosità

Sappiamo che la maggior parte delle malattie autoimmuni si trovano nelle donne e e sappiamo che le donne hanno minori livelli di testosterone.

Il testosterone ha un impatto sul sistema immunitario.

Aumentare i livelli di testosterone può aiutare ad aumentare la risposta immunitaria e associato ad altri cambiamenti come di stile di vita e della dieta, in alcuni casi aiuta anche a ridurre i livelli di anticorpi.

Questo sarebbe un altro motivo per prendere in considerazione l’aggiunta della terapia con testosterone in una donna.

 

Effetti collaterali negativi del testosterone?

Generalmente il testosterone è tollerato MOLTO bene nella maggior parte delle donne.

Perché?

Perché l’obiettivo è (o, perlomeno, dovrebbe essere) di sostituire solo ciò di cui il corpo ha bisogno.

Quindi, fino a quando si fornisce solo ciò di cui il corpo ha bisogno e non più di quello a cui è abituato, non dovrebbero esserci effetti collaterali negativi.

Questo non è sempre vero, perché alcune persone sono molto sensibili agli ormoni, ai filler, ai leganti, ecc. ma è vero per la maggior parte dei pazienti.

Quando il testosterone non è ben tollerato, gli effetti collaterali tendono ad essere lievi:

  • Irritabilità o cambiamento d’umore (soprattutto rabbia)
  • Acne o maggiore propensione a sviluppare brufoli
  • Pelle grassa o cambiamenti di carnagione
  • Leggera ritenzione idrica o gonfiore

Questi effetti collaterali sono piuttosto rari, ma possono a volte verificarsi.

Secondo la mia esperienza, solo 1 donna su 20 presenterà uno degli effetti collaterali di cui sopra assumendo i dosaggi che consiglio.

0 Condivisioni