La K2 va direttamente alle pareti dei vasi sanguigni, alle ossa e ai tessuti, bypassando il fegato.

La vitamina K è una vitamina liposolubile (come le vitamine A, D e E) e garantisce la solidità delle nostre ossa e un’attività antiemorragica.

Distinguiamo due forme di vitamina K: la K1 e la K2.

Attraverso l’alimentazione, il giusto apporto di vitamina K può essere raggiunto semplicemente seguendo una dieta equilibrata. La vitamina K2, chiamata anche menachinone, è di origine batterica e può essere prodotta dai batteri del nostro tratto gastrointestinale; la K2 va direttamente alle pareti dei vasi sanguigni, alle ossa e ai tessuti, bypassando il fegato.
 La troviamo anche nel burro, tuorli d’uovo e altri alimenti di origine animale.
 è importante però che gli animali che consumiamo devono essere allevati ad erba e fieno, e non con ormoni ed antibiotici. Lo stesso dicasi delle uova: galline ruspanti!! Ottima fonte di K2 sono i crauti fermentati, fegato, frattaglie, uova, agnello, natto e tempeh. Non dimentichiamo che la K2 è una vitamina liposolubile: la assorbiamo quindi meglio se associata a cibi grassi.

 

Gli alimenti ricchi di K2

Per trarre il massimo vantaggio dalle fonti animali di MK4 questi dovrebbero essere nutriti con erba e biologici. Allo stesso modo i prodotti lattiero-caseari devono essere pieno di grassi e derivati da animali nutriti con erba, ormoni e le mucche libere antibiotici. Stesso discorso per fegato e altre frattaglie e i tuorli d’uovo dovrebbero provenire da galline ruspanti.
Ricordiamo che, essendo questa vitamina liposolubile, se si consumano animali o parti di animali a basso contenuto di grassi, questi conterranno pochissima K2 (MK4).
Per inciso (anche per chi non segue uno stile dietetico paleo) il contenuto in K2 è davvero basso nei latticini pastorizzati e in altri prodotti derivati da animali allevati intensivamente e comunque questi prodotti sarebbe meglio evitarli in generale; (unica eccezione al formaggi grass fed (ndr. da bestie alimentate ad erba) come il Gouda ed il Brie, derivanti da fermentazioni batteriche controllate, che hanno alto contenuto di K2.

 

LA VITAMINA K2 LAVORA IN SINERGIA CON CALCIO, MAGNESIO E VITAMINA D E VITAMINA A. Spettacolari le sue propietà:

  • La K2 attiva la proteina gla e la osteocalcina, che provvedono alla costruzione e mantenimento delle ossa.
  • La vitamina K2 impedisce al calcio di depositarsi nelle arterie.
  • Da studi scientifici emerge che un elevato apporto di vitamina K2 è correlato ad un rischio inferiore del 63% di cancro alla prostata avanzato.
  • La vitamina K2 previene le carie dentali.

OCCHIO: il magnesio è essenziale per il corretto funzionamento di vitamina D e K2!!

 

 

Share This